La Medicina Cinese - HungKuenTorino

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Medicina Cinese

Quella dell’erboristeria cinese è una tradizione millenaria; da sempre le erbe possono essere impiegate per fornire energia al corpo umano e per favorire la corretta circolazione sanguigna permettendo lo smaltimento delle tossine in eccesso. Da tempo immemore poi, la tradizione erboristica, è legata agli stili di lotta popolari. I maestri di Kung Fu infatti, imparavano i principi della medicina cinese come parte integrante del proprio bagaglio formativo onde trattare con efficacia i traumi più comuni. Probabilmente le prime testimonianze relative ai preparati con erbe in Cina, sono rintracciabili del Canone di medicina interna dell’imperatore Giallo (2698-2587 a.C.) anche se in realtà la medicina erboristica divenne una scienza effettiva a partire dalla dinastia Han (206 a.C.-220 d.C.) per opera di Zhang Zhongjing che viene considerato il grande codificatore della medicina, egli infatti applicò la teoria dei cinque elementi a quella dello yin/yang in modo da disporre di un sistema di diagnosi, trattamento e cura per mezzo delle erbe. Durante la dinastia Han, le formule erboristiche furono trascritte e cominciarono ad essere usate anche per preparare anestetici in chirurgia.

Hua To (141-208 d.C.) usava delle minestre a base di erbe per anestetizzare i suoi pazienti nel trattamento chirurgico di infermità e ferite superficiali. Hua era inoltre un esperto di lotta e giunse alla conclusione che l’esercizio fisico unito a sane abitudini alimentari, fossero essenziali alla coltivazione di una vita salutare. Egli sviluppò così un sistema di Kung Fu interno basato sui movimenti di cinque animali: il cervo, la tigre, la gru, la scimmia e l’orso. Mediante il potenziamento delle funzioni organiche e l’aumento della forza fisica, Hua migliorava la circolazione, la respirazione, la digestione e l’espulsione di tossine in eccesso.
Ad oggi la medicina erboristica cinese impiega una grande quantità di sostanze provenienti dal regno animale, marino,  dal mondo delle piante, dei frutti e delle verdure insieme ai minerali. I farmaci prescritti vengono assunti in forma di tisane o minestre, trasformate in compresse calde o fredde, cataplasmi, polveri e unguenti ecc.. Le erbe vengono normalmente prescritte insieme per aumentare l’efficacia del composto e, in base al principio definito “primario/secondario” le erbe che possiedono proprietà simili vengono anch’esse impiegate congiuntamente.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu